Ieri, giovedì 15 settembre, presso la sede del Consiglio Notarile di Roma in via Flaminia 122, si è svolto il Convegno sulla Legge “Dopo di noi”. L’appuntamento, dedicato a un approfondimento scientifico su un provvedimento tanto delicato quanto importante, ha visto la partecipazione di un pubblico coinvolto e numerosissimo.

L’evento, promosso dal Consiglio Notarile di Roma, Velletri e Civitavecchia, è stato introdotto dal Presidente del Consiglio Notarile Notaio Cesare Felice Giuliani e moderato dalla giornalista Flavia Fratello. Alla presenza di numerose Associazioni Disabili e Associazioni Consumatori, il Dottor Mario Rosario Ciancio, Presidente Sezione di Tribunale, ha aperto il convegno illustrando la legge “Dopo di noi” e augurandosi una decisa spinta al disegno di legge per l’abolizione dell’interdizione. Dopo di lui, il Dottor Luigi Vittorio Berliri, Presidente di “Spes contra Spem”, ha emozionato i presenti raccontando le storie toccanti di alcuni ospiti delle case famiglia. A seguire, la Professoressa Mirzia Rosa Bianca, Ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso Università “La Sapienza”, ha sottolineato che la legge “Dopo di noi” pone l’interesse del disabile come superiore: un concetto di fondamentale importanza per i tecnici. Tecnici che devono occuparsi del dopo, ma anche del durante, come ha ricordato la Dottoressa Valentina Rubertelli, Notaio e Consigliere Nazionale. In chiusura, l’Avvocato Francesca Romana Lupoi, Avvocato del Foro di Roma e Vice Presidente Associazione “Il Trust in Italia”, ha ribadito la fondamentale importanza dell’inclusione sociale e dell’autonomia per le persone disabili.

L’ultimo intervento è del Notaio Mariconda che ha ricordato l’impegno della categoria citando la Fondazione Italiana per il dono: una Onlus tra i cui soci fondatori c’è appunto il Consiglio Nazionale del Notariato.