No, il Concorso Notarile è gestito dal Ministero della Giustizia. In più, come garanzia di imparzialità e trasparenza, la maggioranza della commissione è composta da magistrati e professori universitari e solo per 1/3 da notai.